Spedizione GRATIS per tutti gli ordini superiori a €89

Pulizia e Ricarica di Cristalli e Pietre Dure: tutto quello che devi sapere!

Pulire e Ricaricare le pietre dure: come si fa?

Nel momento in cui accogli nuove pietre nella tua collezione, sussurri una promessa di connessione e scoperta. Tuttavia, prima di permettere alle energie di queste gemme di intrecciarsi con le tue, è cruciale sottoporle a un rito di purificazione. In questo articolo, esploreremo il delicato ma potente atto di purificare le pietre che usi o hai appena acquistato. 

Attraverso questo rituale rigenerante, ci immergeremo nella saggezza millenaria che invita a liberare le pietre dalle energie passate e prepararle per un nuovo capitolo della loro vita al tuo fianco. 

Benvenuti a un viaggio di purificazione, dove la freschezza delle pietre appena acquistate si fonde con l'intento di creare una connessione autentica e vibrante con il loro custode.

Come si puliscono i cristalli?

Con il termine pulizia fisica dei cristalli si intende la rimozione a livello fisico di tutte quelle componenti che possono comprometterne la bellezza, ovvero la polvere, la sporcizia ed eventuali incrostazioni.

Occorre fare sempre molta attenzione quando operiamo la pulizia delle pietre dure, perché sono minerali delicati e bisognosi di cure particolari.

Consigli per la pulizia meccanica di pietre dure e cristalli:

  • Utilizzare un panno pulito, asciutto e antistatico per rimuovere delicatamente i leggeri strati di polvere;
  • In alternativa è consigliato servirsi di un panno per la pulizia degli occhiali, che è rinomato per la sua consistenza leggera e per la facilità d’uso;
  • Per lo sporco più ostinato, utilizzare un pennello da trucco molto morbido e operare una pulizia con le setole;
  • Conservare pietre e cristalli al riparo da luce diretta del sole, coperte da un panno morbido di cotone.

Sconsiglio vivamente l'utilizzo di saponi e detersivi casalinghi, poiché inutili e spesso controproducenti, in quanto possono alterare le pietre in maniera indesiderata e lasciare tracce di grasso sulle stesse.

E' bene quindi togliere i gioielli prima di iniziare qualsiasi lavoro domestico o mansione lavorativa che possa danneggiare la conservazione delle pietre dure.

Come purificare le pietre appena comprate?

METODO TRADIZIONALE DI PURIFICAZIONE DELLE PIETRE DURE: L'ACQUA CORRENTE

Un aspetto molto importante nella pulizia e nella purificazione dei cristalli è costituito dall'immersione delle pietre in acqua corrente

Per acqua corrente si intende quella dolce di un ruscello di montagna o di una sorgente, pura e priva di elementi ossidanti. Questo tipo di acqua, che ha la caratteristica di essere in perenne movimento, è ottimo per purificare i cristalli.

Consiglio l'immersione delle pietre solo se non incastonate in montature di Argento, Oro o Acciaio.

Sconsiglio di utilizzare l’acqua del rubinetto poiché essa è ricca di calcare, cloro e numerosi inquinanti e, inoltre, non ha un livello energetico sufficientemente alto per fare una corretta ed efficace purificazione.

Consiglio pratico

Ricordiamo che tutte le pietre dure sono molto sensibili all'acqua marina, poiché il sale in essa presente tende ad infiltrarsi nel reticolo cristallino delle pietre e, quindi, a rovinare progressivamente. Il sale marino, infatti, riesce  penetrare nelle microfratture (spesso invisibili ad occhio nudo) di un cristallo, causandone la rottura.

RICARICARE E PURIFICARE LE PIETRE DURE CON LA LUCE LUNARE

Esiste una stretta analogia tra la Luna e l’Acqua, infatti entrambe simboleggiano l’elemento più mobile, mutevole ed apportatore di vita sulla terra.

Un metodo efficace per ricaricare alcune tipologie di pietre dure, è il metodo che prevede l'esposizione del cristallo alla luce lunare

Ecco un procedimento per purificare i tuoi cristalli sfruttando l'energia della Luna:

  • Posizionali all'esterno: Disponi i tuoi cristalli in un luogo dove possano essere illuminati direttamente dalla luce della Luna, come un davanzale, vicino alla finestra o in giardino. Questo permette alla luce lunare di ricaricare energeticamente le pietre.
  • Intenzione positiva: Mentre i cristalli sono esposti alla luce della Luna, visualizza o esprimi un'intonazione che rappresenti la tua intenzione di purificare e ricaricare i cristalli con energia positiva.
  • Raccolta all'alba: Ricorda di raccogliere i tuoi cristalli prima dell'alba (evitando l'esposizione diretta al sole). Senti l'energia rinnovata e amplificata delle pietre, ora pronte a sostenerti nel tuo percorso spirituale.

E' possibile anche unire luce lunare ed acqua lunare: si raccoglie fino ad un litro di acqua nel periodo di luna crescente in una bottiglia di vetro trasparente, per poi esporla nel momento della Luna piena. Il tempo di esposizione è da una a tre ore

Grazie a questo metodo, l’acqua, nel momento preciso in cui viene esposta, oltre che a portare con sé la propria identità (derivante dal suo luogo di origine e dal suo peregrinare nelle viscere terrestri), riceve contestualmente le influenze dall’ambiente esterno, che ne potenziano l’efficacia.

Le pietre dure, quindi, saranno perfettamente ricaricate. E' bene, infine, ritirare le pietre prima dell'alba.

Quali pietre dure si possono ricaricare con la luce lunare?

Ametista, Onice, Granato, Diaspro, Acquamarina, Ematite, Pietra di Luna, Malachite e Fluorite.

RICARICARE E PURIFICARE LE PIETRE DURE CON LA LUCE SOLARE

 

Esiste una fonte di forza inesauribile che trasforma le pietre dure in risplendenti depositi di energia positiva: la luce solare. 

Esponi le tue gemme al calore avvolgente del Sole per un rinnovo energetico. Trova un luogo luminoso, preferibilmente durante le ore di luce solare più intense, e posiziona le pietre con cura, consentendo loro di assorbire i raggi solari. 

Attenzione, le pietre e i cristalli devono essere accuratamente coperta da un panno in cotone, per evitare l'azione aggressiva dei raggi UV, che ne compromettono colore, brillantezza e integrità.

La durata dell'esposizione all’esterno può variare da mezz'ora fino a 3 ore. Le ore migliori sono al mattino prima delle 11 o il pomeriggio dopo le 16.

Visualizza il calore penetrare attraverso ogni sfaccettatura, disperdendo ogni traccia di energia indesiderata. Questo semplice atto di ricarica non solo rinnova le pietre, ma rafforza anche il legame tra te e le loro energie vitali.

Quali pietre dure si possono ricaricare con la luce solare?

Sotto il sole si ricaricano molto bene le pietre con l’energia solare maschile, ovvero: Corniola, Occhio di Tigre, Ambra, Cristallo di Rocca e Agata di Fuoco.

RICARICARE E PURIFICARE LE PIETRE DURE CON LA SELENITE

La Selenite, con la sua aura eterea e la connessione con le energie celestiali, si erge come una guida radiante nella pratica di ricaricare e purificare le pietre dure

Posiziona delicatamente le tue gemme sulla superficie della Selenite (un piattino, una ciotola, una lastra o la pietra stessa), permettendo a questa pietra di infondere il suo chiaro bagliore in esse. 

La Selenite agisce assorbendo e disperdendo energie negative, mentre infonde le pietre con una fresca vitalità

Questo rituale delicato è un abbraccio di energia, un modo potente per mantenere le tue pietre dure cariche e purificate, pronte a supportarti con la loro energia cristallina in ogni passo del tuo cammino.

Quali pietre dure si possono ricaricare con la Selenite?

La Selenite è una pietra particolarmente efficace per ricaricare e purificare altre pietre dure.

Puoi utilizzare la Selenite per ricaricare praticamente tutte le pietre, ma alcune pietre beneficiano particolarmente di questa pratica (come Ametista, Quarzo, Lapislazzuli, Ossidiana e Tormalina).

ALTRI METODI PER RICARICARE E PURIFICARE I CRISTALLI

Purificare i cristalli con l'Incanto profumato di incensi, palo santo e salvia bianca

Oltre all'abbraccio luminoso di Sole, Luna e all'energia chiara della Selenite, esistono incantevoli alternative per ricaricare e purificare i tuoi amati cristalli. 

  • Gli incensi, con la loro fragranza avvolgente, possono essere passati delicatamente intorno alle pietre, incanalando l'elemento dell'aria per liberarle da energie stagnanti
  • Il Palo Santo, legno sacro delle foreste tropicali, emana una fragranza dolce e terrosa, offrendo un rituale di pulizia energetica mentre si passa delicatamente intorno ai cristalli
  • La Salvia Bianca, con la sua antica reputazione di purificatrice, può essere bruciata in un rituale, consentendo al suo fumo di avvolgere le pietre e dissolvere qualsiasi negatività accumulata

Con questi metodi profumati, la tua collezione di cristalli sarà pronta ad abbracciare una nuova ondata di energia purificata e positiva.

Come utilizzare il palo santo senza incendiare casa?

Con un fiammifero accendi la punta del tuo Palo Santo, lascia in qualche secondo in modo tale che la fiamma bruci il legno

Dopo che si spegne da solo puoi utilizzare finalmente il fumo purificatore che esce dal bastoncino facendo dei movimenti rotatori intorno ai tuoi cristalli per purificarli.

Sconsiglio di soffiare sulla fiamma ma di muovere il bastoncino per spegnerla, per rispettare il fuoco e per visualizzare le energie negative che escono dal cristallo o qualsiasi cosa stiamo purificando. 

Consiglio di farlo con movimenti in senso orario (che sta per allontanare o dare) e solo dopo essere stati ricaricati in senso antiorario (che sta per attirare, attrarre). 

Il palo santo purifica cristalli, persone e ambienti. Usalo consapevolmente.

Citazione speciale: come purificare il Chiama Angeli?

Sai come purificare e ricaricare il tuo chiama angeli? Il chiama angeli contiene i 7 cristalli dei Chakra. Ogni cristallo, oltre ad essere collegato ad un Chakra specifico, ha delle specifiche proprietà energetiche

Per mantenere intatto il suo equilibrio energetico, ha quindi bisogno di essere purificato e ricaricato periodicamente. Ti serve una ciotola (o un piattino) di Selenite su cui appoggiare il tuo chiama angeli

La Selenite sradica completamente le negatività assorbite dai cristalli e li ricarica energeticamente. Lascia riposare il tuo ciondolo per alcune ore sulla Selenite e nel frattempo accendi un cono di incenso per completare il processo di purificazione

Esegui movimenti rotatori per alcuni minuti e poi torna ad indossare i tuoi gioielli dei 7 Chakra.

Hai trovato interessante e utile questo articolo?

Ti aspetto nei commenti!

Lascia un commento