Spedizione GRATIS per tutti gli ordini superiori a €89

Labradorite: caratteristiche, proprietà e curiosità

Labradorite: l'eclissi di luce nella pietra magica

Nel vasto regno delle pietre preziose, la Labradorite emerge come un misterioso spettacolo di luce, un'iridescenza cangiante che cattura l'immaginazione di chiunque si avvicini. Questa pietra dal fascino etereo è molto più di uno splendore visivo; è la Labradorite, custode di segreti e proprietà magiche

In questo viaggio esplorativo, ci immergeremo nelle sue caratteristiche uniche, nelle proprietà affascinanti e nelle curiosità che rendono la Labradorite una presenza magica nella collezione di chi ama le pietre preziose. 

Pronti a lasciarvi incantare dall'eclissi di luce racchiusa in questa pietra straordinaria? Benvenuti nell'affascinante mondo della Labradorite.

Che proprietà ha la Labradorite

Che pietra è la Labradorite?

La Labradorite è una pietra che appartiene alla famiglia minerale dei Tettosilicati ed è una pietra che presenta diverse colorazioni. Di base, ha una colorazione grigia che, a seconda di come viene guardata e di come la luce riflette sulle lamelle che costituiscono il minerale, ha un effetto di cambiamento di colore, ovvero chiamato labradorescenza

E’ proprio la sua struttura lamellare che consente alla luce di riflettere in tanti modi differenti e quindi ha una colorazione molto ampia proprio per questi “flash”, per questa colorazione cangiante

Colorazioni della Labradorite

Possiamo trovare diverse tipologie di colorazione, anche perché viene estratta in tanti luoghi principalmente in Madagascar, in Russia e negli Stati Uniti. Una delle Labradoriti più rare si chiama Spectrolite ed ha una colorazione che va dal rosso all'arancio

Possiamo trovare molte colorazioni di Labradorite

In prevalenza però troviamo la Labradorite grigia e la Labradorite bianca, che ha un aspetto invece di colore bianco con dei riflessi che tendono al blu o al viola e ha delle macchie, dei punti più scuri, quasi tendenti al nero.

Labradorite e Pietra di Luna

Come riconoscere la Labradorite? Spesso la Labradorite bianca è confusa con la Pietra di Luna perché in inglese hanno il nome “Moonstone”. Inoltre, la presenza di questi riflessi, e della sua base bianca, spesso viene confusa per la Pietra di Luna che però è un'altra pietra. 

Nella Labradorite bianca i riflessi sono sull'azzurro, sul blu e sul leggermente sul viola, diversi appunto dalla Labradorite grigia che invece ha tanti altri colori.

Che proprietà ha la Labradorite?

Il nome Labradorite deriva dalla penisola del Labrador in Canada, luogo in cui è stata scoperta alla fine del 1700. E’ riconducibile al culto della Luna, quindi a tutte le attività lunari di quelle che sono proprio le proprietà dell'energia, della calma, dell'attrazione, di tutto quello che riguarda questa sfera; in particolare la Labradorite è una delle pietre attrattive

Labradorite, Chakra e attrazione

La Labradorite lavora sia sul 3°che sul sesto che sul 7° Chakra, lavorando quindi su più Chakra per cui ha tante proprietà. 

Una delle sue principali è quella di attrarre opportunità, persone e di lavorare sul fascino e sull’attrazione - proprio del magnetismo della persona -, potenziare quindi tutti quelli che sono gli aspetti del fascino; essere più magnetici con le persone, riuscire ad avere una presa sulle persone, proprio perché si crea un aspetto proprio attrattivo dal punto di vista dell'energia

Lavora sia sul terzo occhio, su tutta la parte alta dei Chakra, sulla mente, apre alle nuove vedute, ed è per questo che riusciamo anche a trovare nuove opportunità grazie all'influsso energetico di questa pietra. 

Ed è una sorta anche di “escamotage” per riuscire a trovare delle vie alternative alle cose, una via per raggiungere degli obiettivi, magari più velocemente, perché riusciamo appunto, aprendo la mente, lavorando sul terzo occhio, a trovare delle alternative diverse

Rafforza anche l'intuizione, riusciamo magari appunto a scorgere delle problematiche o delle soluzioni che magari non riuscivamo a vedere

Stimola anche la creatività, tutto quello che è l'aspetto della fantasia, delle invenzioni, anche in questo caso lo poi la riconduciamo al trovare soluzioni e opportunità: va molto bene infatti sia in campo lavorativo che personale.

Labradorite bianca proprietà

La Labradorite Bianca (in inglese è Moonstone), è maggiormente definita come “Rainbow Moonstone” in inglese, lavora principalmente sul 6° e sul 7° Chakra, quindi tutta quella che è l'energia della mente, della concentrazione, dell'intuito, della saggezza, dell'apertura, della crescita interiore e spirituale, oltre ad avere appunto la capacità attrattiva. 

Di base sono uguali, quella bianca lavora prevalentemente più sui Chakra alti, quindi sesto e settimo.

Labradorite, Quarzo rosa e Pirite per l’abbondanza

La Labradorite è ottima in abbinamento con tante pietre, tra cui le altre due pietre dell'Abbondanza che sono Pirite e Quarzo Rosa, proprio per avere una completezza di attrazione totale dal punto di vista lavorativo, economico, di opportunità, di persone e di relazioni.

In particolare, la Labradorite lavora molto bene accoppiata con il Quarzo Rosa per tutto quello che è l'aspetto amoroso, anche del 4° Chakra (perché anche il Quarzo Rosa lavora su questo Chakra) se la uniamo quindi al Quarzo Rosa abbiamo un potenziamento dal punto di vista amoroso

Una sorta di “combo” per quanto riguarda l'amore, il trovare la persona giusta, lo stabilizzare una relazione, il favorire, il nascere di nuove relazioni, quindi questa accoppiata va molto bene.

Come usare Labradorite?

Dove indossare la Labradorite? 

Sicuramente come gioiello di Labradorite, per avere l'energia proprio a contatto con noi, sia sulla pelle sia dove la teniamo.

Va benissimo da tenere nella borsa (o in tasca o nello zaino) per accompagnarci nelle giornate, in cui non possiamo o non vogliamo indossare gioielli, va benissimo anche da tenere sul comodino perché, lavorando anche sui Chakra più alti e sul discorso mentale, va benissimo anche durante la lettura, durante lo studio, ma anche durante il riposo. 

Come utilizzare la Labradorite nell’ambiente

La Labradorite è una pietra che possiamo tranquillamente tenere in camera da letto o nella zona studio. E’ una pietra comunque che agisce sia in modo interpersonale, quindi tra le persone, ma soprattutto sulla persona per le altre persone, quindi è ad uso personale, non serve tanto dal punto di vista ambientale, è una pietra proprio che utilizziamo noi con le nostre energie.

Quando abbiamo una pietra burattata, semilucidata o una pietra grezza di Labradorite, (non montata in gioiello), va benissimo da tenere nella casa, nei luoghi in cui noi stiamo in prevalenza, proprio per agire su di noi anche quando siamo nel nostro ambiente. 

In ufficio, va bene se voglio sviluppare nuovi progetti, lavoro in proprio, ho un'attività, ho un negozio, ho una situazione di lavoro dove mi serve anche una spinta energetica differente

Attenzione, con ufficio non intendo "l’ambiente ufficio" ma magari che agisce per me (magari semplicemente per stare con le altre persone), non principalmente come concetto ambientale - per quello ci sono molte altre pietre che si prestano. 

Come caricare la Labradorite? Un ritorno alla sua luminosa potenza

La Labradorite, con la sua danza caleidoscopica di colori, necessita di cure amorevoli per mantenere la sua potenza magica. 

Per caricare questa pietra dal fascino celestiale, posizionala delicatamente sotto la luce lunare o solare, permettendo alle sue sfumature di riflettere e assorbire le energie celesti. 

Quando si tratta di purificarla, puoi utilizzare la Selenite (una piastra, una ciotola o una bowl) e tenerla a contatto per alcune ore la notte, ma la Labradorite apprezza il contatto con l'acqua corrente o una brezza salmastra, ma è consigliabile evitare l'immersione prolungata

Mantenere questa pietra in sintonia con le sue forze magiche richiede un tocco gentile e rispettoso, consentendole di continuare a brillare con la sua luce unica nel tuo mondo cristallino.

ATTENZIONE

La Cristalloterapia non sostituisce in ogni caso le cure mediche, cure psicologiche e i consigli di un professionista. Rivolgiti al tuo medico curante.

Lascia un commento