BLACK FRIDAY: -20% su TUTTO il sito + Spedizione GRATIS. Offerta valida fino alle 23.59 del 30/11. Sconto automatico aggiunto al carrello!

La magia di un pezzo unico incontra la poesia dell'Arte

Quando scrivo nessuno mi può aiutare, perché chi scrive ha qualcosa di personale da dire.” (Ennio Morricone).

La creazione di un pezzo unico è davvero una questione personale.

Disegnando un’idea e scegliendo una pietra possono nascere infinite variazioni di un tema, che poi confluiscono alla fine in un singolo e inimitabile gioiello.

Gli elementi naturali dei materiali si fondono con i dettagli di una mano e con la pressione delle dita che confezionano una gemma.

Abbiamo selezionato colori e forme che rimandano ad un ricordo, ad un attimo sospeso e ad un viaggio.

Per la nuova collezione abbiamo deciso di legare l’unicità con la poesia dell’arte, scegliendo la magia delle fotografie di Debora Garritani. L’artista pone al centro della sua ricerca la vita, concepita come pellegrinaggio, in cui si alternano ombre e luci, cieli tersi e piogge scroscianti, rumore e silenzio, presenza e assenza.

Questa idea ci è piaciuta subito e l'abbiamo sentita nostra, legata intimamente alla nuova linea di gioielli che abbiamo realizzato con pietre e cristalli: se ancora non l'hai scoperta la trovi cliccando qui.

"Ogni cosa è un autoritratto. Ogni cosa è un diario.", diceva Palahniuk.

L'artigiano e l'artista hanno in comune la voglia di raccontare una visione, un sogno, un modo di essere che viene poi espresso nelle creazioni e nelle realizzazioni a cui entrambi danno luce.

Una storia, quindi, che parte da lontano per arrivare poi nelle mani di colei che indosserà l’incanto.

Chi non ha mai desiderato qualcosa di unico, speciale e originale? Un dettaglio prezioso da custodire e mostrare per esaltare la propria bellezza!

Sfoglia tutta la gallery guardando il video!

Sai qual è il bracciale che Debora indossa nella fotografia con l'ombrello? Eccolo qui.

La collana che abbiamo realizzato con Perle di Fiume e Madreperla, invece, la trovi direttamente cliccando qui.

E per scoprire di più sul lavoro di Debora Garritani clicca qui

Lascia un commento